Il Primo Ministro greco Lucas Papademos riceve l'approvazione del governo su tagli al bilancio che corrispondono al 7% del Pil nei prossimi tre anni e su una ristrutturazione finalizzata a ridurre di €100 mld gli oltre €200 mld di debito detenuto dai creditori privati, atteso il voto del parlamento • Standard & Poor's declassa il merito creditizio di 34 banche italiane tra cui UniCredit a BBB+ da A, Intesa Sanpaolo a BBB+ da A e Banca Monte dei Paschi di Siena a BBB da BBB+, S&P anticipa "una redditività decisamente debole per le banche italiane nei prossimi anni" • La produzione industriale italiana aumenta a dicembre +1,4% da novembre +0,3%, oltre le stime degli economisti +0,5%, anche se i dati del quarto trimestre -2,1% suggeriscono che la terza economia della zona euro è entrata nella seconda recessione dal 2009 • I Btp decennali salgono per la quinta settimana consecutiva, il periodo di recupero più lungo in oltre cinque anni, la prossima settimana il Tesoro vende €4 mld di buoni al 6% con scadenza 2014 • L'euro cala dal massimo di due mesi contro il dollaro, il mercato azionario europeo cala dal massimo di sei settimane e l'azionario Usa registra la prima settimana di perdite del 2012 dopo che i ministri delle finanze europee non hanno concesso il pacchetto di aiuto necessario a prevenire il collasso economico della Grecia

lunedì 11 luglio 2011

Crollano le obbligazioni italiane, spagnole e portoghesi

Le obbligazioni di Italia e Spagna crollano e il rendimento del bund tedesco cala al minimo di sette mesi, il contagio della crisi del debito minaccia di espandersi alle economie maggiori e asseconda la domanda di valori a basso rischio.


Il cosiddetto spread, la differenza di rendimento che gli investitori chiedono per detenere obbligazioni italiane, spagnole e portoghesi invece di quelle tedesche raggiunge il livello record dalla creazione della zona euro.

La Banca centrale europea sta cercando di raddoppiare il fondo da 1.500 miliardi di euro per coprire la crisi italiana, secondo quanto scritto da Die Welt ieri, il quotidiano tedesco cita come fonte alcuni componenti del consiglio direttivo della Bce. I politici europei sono pronti a accettare un'insolvenza della Grecia su alcune obbligazioni, secondo quanto scritto dal Financial Times ieri.

Il rendimento del decennale italiano aumenta per il sesto giorno consecutivo, sale di 12 punti base al 5,39 percento nella mattinata europea, era salito di 21 punti base l'8 di luglio. Il differenziale con il bund tedesco si allarga a 268 punti base. Il rendimento del decennale spagnolo sale di 13 punti base al 5,81 percento e spinge il differenziale con il debito tedesco a 307 punti base. Il rendimento del decennale portoghese sale di 50 punti base al 13,42 percento mandando il differenziale a 1.065 punti base.

Il rendimento del bund decennale cala al 2,77 percento, il minimo dall'inizio dello scorso dicembre, gli investitori si dirigono verso gli attivi a più sicuri.

I Credit-default swaps che proteggono le obbligazioni italiane salgono di 28,5 punti base fino al massimo storico di 279,5, i contratti sulla Grecia salgono di 102 punti base a 2.275, Irlanda aumenta di 52 punti base a 972 e Portogallo di 40 punti base a 1.080, secondo i prezzi mostrati da CMA.

Il mercato azionario europeo é in ribasso per il secondo giorno, l'indice FTSE MIB é al sesto giorno consecutivo di perdita.

L'Italia é il più grande mercato obbligazionario della zona euro con 1.800 miliardi di euro di debito in scadenza al 31 dicembre scorso, il mercato tedesco ha 1.100 miliardi di euro in scadenza al 31 marzo.

1 commento:

  1. Pure il blog! Non ci facciamo mancare nulla ... Bravissimo Luciano, sempre molto apprezzabili le tue iniziative.

    Mi pare di capire che Germania e Francia non sembrano poi così distaccate, con buona pace di tutti i millenaristi ...

    Invece di prefigurare scenari apocalittici, dominati da euro pesanti e leggeri, terze guerre mondiali, dominio cinese o altro, chi vuole scommettere sul sicuro, punti tutto sull'ennesimo aumento del carico fiscale. La cosa più difficile è trovare un allibratore tanto pazzo da accettare una simile giocata ...

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".