Il Primo Ministro greco Lucas Papademos riceve l'approvazione del governo su tagli al bilancio che corrispondono al 7% del Pil nei prossimi tre anni e su una ristrutturazione finalizzata a ridurre di €100 mld gli oltre €200 mld di debito detenuto dai creditori privati, atteso il voto del parlamento • Standard & Poor's declassa il merito creditizio di 34 banche italiane tra cui UniCredit a BBB+ da A, Intesa Sanpaolo a BBB+ da A e Banca Monte dei Paschi di Siena a BBB da BBB+, S&P anticipa "una redditività decisamente debole per le banche italiane nei prossimi anni" • La produzione industriale italiana aumenta a dicembre +1,4% da novembre +0,3%, oltre le stime degli economisti +0,5%, anche se i dati del quarto trimestre -2,1% suggeriscono che la terza economia della zona euro è entrata nella seconda recessione dal 2009 • I Btp decennali salgono per la quinta settimana consecutiva, il periodo di recupero più lungo in oltre cinque anni, la prossima settimana il Tesoro vende €4 mld di buoni al 6% con scadenza 2014 • L'euro cala dal massimo di due mesi contro il dollaro, il mercato azionario europeo cala dal massimo di sei settimane e l'azionario Usa registra la prima settimana di perdite del 2012 dopo che i ministri delle finanze europee non hanno concesso il pacchetto di aiuto necessario a prevenire il collasso economico della Grecia

venerdì 15 luglio 2011

Il governo del Minnesota trova l'accordo per terminare lo "shutdown"

Il Governatore del Minnesota, Mark Dayton, acconsente a cercare finanziamenti attraverso un'emissione obbligazionaria piuttosto che con un aumento delle tasse, dall'altra parte i legislatori repubblicani appoggiano un incremento della spesa pubblica che inizialmente non volevano. L'accordo é finalizzato a superare l'impasse sulla gestione del bilancio che ha causato la chiusura delle attività governative per 15 giorni.


Lo "shutdown" del Minnesota é stato il più lungo dei sei registrati tra gli stati americani dal 2002. La maggioranza delle funzioni governative si sono interrotte un minuto dopo la mezzanotte del 1 luglio, quando Dayton e i repubblicani hanno rinunciato a risolvere una disputa sul bilancio dello stato del Far West americano, una zona oggi definita Midwest, che conta circa 5.3 milioni di abitanti.

Dayton non voleva solo ridurre la spesa per limitare il deficit di bilancio ma intendeva aumentare le tasse al 2 percento più ricco della popolazione, i repubblicani si sono opposti.

Adesso le due parti trovano un accordo per coprire un buco di bilancio da 1.4 miliardi di dollari con 700 milioni di dollari di obbligazioni del tabacco, relative al patto del 1998, e 700 milioni di dollari dalla posticipazione dei pagamenti ai distretti scolastici fino alla prossima finanziaria, in modo che i soldi non figurino in quella attuale.

Il Minnesota sarà il sedicesimo stato americano a emettere i cosiddetti "Tobacco Bonds" con tra gli altri Porto Rico, Isole Vergini, Guam e circa 30 municipalità e contee.

Le società del tabacco nel 1998 acconsentirono a rimborsare gli stati americani con 246 miliardi di dollari per la cura delle malattie legate al fumo. Gli stati hanno oltre 106.8 miliardi di dollari di obbligazioni in scadenza garantite dai pagamenti che vengono effettuati ogni anno ad aprile.

Il Governatore Dayton, in una conferenza stampa, ha dichiarato che l'accordo non risolve i problemi di bilancio a lungo termine: "La vera soluzione é da cercare nel miglioramento dell'economia dello stato del Minnesota".

Nella politica degli Stati Uniti un "Government Shutdown" é una situazione in cui il governo smette di fornire tutti i servizi tranne quelli essenziali. Generalmente i servizi che continuano nonostante la chiusura delle attività governative sono quelli offerti da polizia, vigili del fuoco, poste, forze armate, società di servizio, gestione del traffico aereo.

(Il 13 luglio il Corriere della Sera, a proposito dello stallo nel governo del Minnesota, ha titolato: «Usa, default sovrano per il Minnesota Cade una "stella" dell'american dream». Chiaramente mischiando fischi per fiaschi in un eccesso, non inconsueto, di cattiva informazione. L'articolo del Corriere é stato modificato per l'ultima volta alle 07:22 di oggi 15 luglio, senza che siano state apportate correzioni rilevanti al suo contenuto.

Spero che questo scritto contribuisca a fare chiarezza sull'argomento. Ne ho parlato anche in questo video: Debiti, valutazioni ed eccellenti castronerie)

Nessun commento:

Posta un commento

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".