Il Primo Ministro greco Lucas Papademos riceve l'approvazione del governo su tagli al bilancio che corrispondono al 7% del Pil nei prossimi tre anni e su una ristrutturazione finalizzata a ridurre di €100 mld gli oltre €200 mld di debito detenuto dai creditori privati, atteso il voto del parlamento • Standard & Poor's declassa il merito creditizio di 34 banche italiane tra cui UniCredit a BBB+ da A, Intesa Sanpaolo a BBB+ da A e Banca Monte dei Paschi di Siena a BBB da BBB+, S&P anticipa "una redditività decisamente debole per le banche italiane nei prossimi anni" • La produzione industriale italiana aumenta a dicembre +1,4% da novembre +0,3%, oltre le stime degli economisti +0,5%, anche se i dati del quarto trimestre -2,1% suggeriscono che la terza economia della zona euro è entrata nella seconda recessione dal 2009 • I Btp decennali salgono per la quinta settimana consecutiva, il periodo di recupero più lungo in oltre cinque anni, la prossima settimana il Tesoro vende €4 mld di buoni al 6% con scadenza 2014 • L'euro cala dal massimo di due mesi contro il dollaro, il mercato azionario europeo cala dal massimo di sei settimane e l'azionario Usa registra la prima settimana di perdite del 2012 dopo che i ministri delle finanze europee non hanno concesso il pacchetto di aiuto necessario a prevenire il collasso economico della Grecia

sabato 6 agosto 2011

S&P peggiora la valutazione Usa a causa del patto sulla riduzione del deficit

Gli Stati Uniti subiscono il primo peggioramento della valutazione sulla loro affidabilità creditizia da parte di Standard & Poor's, gli accordi sulla riduzione della spesa che hanno permesso di alzare il limite del debito potrebbero non essere sufficienti a ridurre il livello record del deficit.


S&P abbassa la valutazione di un livello a AA+ dal massimo di AAA. Il 14 luglio S&P avvertì che avrebbe peggiorato la valutazione in assenza di un piano credibile per la riduzione del deficit, anche se il tetto del debito nazionale fissato a $14.300 mld fosse stato alzato. Gli Stati Uniti avevano ricevuto la massima valutazione sulla loro affidabilità creditizia da parte di S&P nel 1941. Le prospettive sono "negative".

"La revisione riflette la nostra opinione sul piano di consolidamento fiscale sul quale il Congresso e l'Amministrazione si sono recentemente accordati, riteniamo non sia sufficiente a stabilizzare le dinamiche del debito governativo di medio-lungo termine". Scrive S&P nella dichiarazione diffusa oggi.

La domanda di Treasuries é aumentata anche dopo la minaccia di una riduzione della valutazione. L'economia americana potrebbe comunque risentirne nel corso del tempo con l'aumento del costo dei mutui, dei prestiti per l'acquisto di auto e di altri finanziamenti legati agli interessi pagati sul debito governativo. La JPMorgan Chase stima che un peggioramento della valutazione potrebbe alzare il costo dei finanziamenti nazionali di circa $100 mld all'anno.

Moody’s Investors Service e Fitch Ratings hanno confermato la valutazione AAA il 2 agosto, il giorno che il Presidente, Barak Obama, ha firmato la legge sull'aumento del limite del debito. Entrambe le agenzie hanno avvertito di un possibile peggioramento della valutazione, nel caso i politici non avessero adottato misure di riduzione del debito e se l'economia si fosse indebolita.

1 commento:

  1. Mi sa che la perdita di 40 punti dello S&P e successivo arrivo delle ambulanze sia stata dovuta ai rumors del rating, mi sa...mi sa che Berlusconi c'entri poco.
    Spero che lunedì non sia il giorno di Willie il coyote.
    Cordiali saluti.
    Riccardo

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".